L’acqua è l’elemento che ha reso l’antica Roma la prima Capitale del Mondo.

Fin dai tempi più remoti, l’acqua è l’elemento che ha sempre rappresentato un bene prezioso e sorgente di vita per tutte le popolazioni. Per alcune culture come quelle Egizie e Indù, ancor prima della nascita di Gesù Cristo, ha addirittura assunto una valenza sacra.

Ma solo con l’avvento dell’Antica Roma l’acqua ha acquisito per diritto, il valore più importante: quello di essere una risorsa indispensabile per tutti i fabbisogni della popolazione. Da elemento sacro è diventata sinonimo per eccellenza di purificazione, terapia e consumo per l’igiene personale.

Poiché le sorgenti presenti nella città antica non garantivano a sufficienza il fabbisogno urbano, l’amministrazione pubblica, decise di far costruire una rete idrica per andare a captare l’acqua dalle sorgenti dei rilievi montuosi dell’Appennino.

L’abile progettazione di acquedotti  consentì a Roma di diventare la Prima Metropoli del Mondo. Lo studio analitico dei percorsi e della morfologia del territorio, permise di canalizzare l’acqua dalle sorgenti al centro urbano.

Fu realizzato così un complesso sistema di approvvigionamento idrico unico al mondo, per capillarità e funzionalità. Grazie alla straordinaria opera d’ingegneria furono ultimati ben undici acquedotti principali, che resistendo al tempo, ancora oggi sono parzialmente in funzione.

La realizzazione di questa monumentale opera consentì di approvvigionare  bagni pubblici e abitazioni private. L’utilizzo di questo bene permise inoltre alla popolazione di beneficiare di cure mediche con cataplasmi, spugnature e frizioni calde o fredde a seconda delle necessità e di cure termali con bagni di vapore.

Romani avevano compreso il grande valore dell’acqua e soprattutto che era un bene inestimabile,  prezioso e fonte di vita. Inoltre solo se l’avessero usata in maniera intelligente e senza sprechi, avrebbero soddisfatto i  fabbisogni della popolazione. La realizzazione degli acquedotti fu prioritaria per lo sviluppo della città e ancora oggi rappresenta la testimonianza della grandezza di Roma e del suo avanzato grado tecnologico ed ingegneristico.

Infatti, solo grazie ad un loro ottimale utilizzo fu possibile la conseguente espansione urbana e lo sviluppo della civiltà, facendo diventare Roma Capitale del mondo e Città dell’acqua.

Ancora oggi andando alla scoperta di questa grande città non si può fare a meno di notare la presenza costante dell’elemento acqua. Questo elemento vitale è presente ovunque a Roma, a partire dal Tevere ed i suoi affluenti  fino ad arrivare alle numerose fontane e fontanelle.

Prenota Qui la tua consulenza gratuita!